lunedì 3 luglio 2017

PENSIERI ESTEMPORANEI di un suddito: MIGRAZIONE, UNA RISORSA?

PENSIERI ESTEMPORANEI di un suddito: MIGRAZIONE, UNA RISORSA? Ad oggi, 3 luglio 2017, circa 80.000 migranti “€ - Salvati - €” obbligati ad affrontare il mare. Alla fonte, hanno prodotto circa 24.000.000 di €uro. E, una volta raggiunta la destinazione in qualunque modo e con qualunque mezzo, per quanto riguarda l’Italia, frutteranno per molto ancora circa 50 €uro al giorno, per ora producono circa 4.000.000 di €uro ogni 24 ore.
Continueranno ad essere imbarcati e a sbarcare e, i conti dalla partenza all’arrivo, sono alla portata di tutti.
L’Italia, fattoidi di questi giorni da stampa e tv, finalmente ha deciso di essere presente a Bruxelles per discutere su quello che si è rivelato il più grande disastro sociale ed disorganizzativo dell’#euronazifasciocomunismo. Secondo me, semplice suddito, è in atto una vera e propria deportazione di massa.
Prima che il problema venga risolto, per il momento semplicemente discusso, nelle casse dei criminali intercontinentali sulla sponda africana e delle organizzazioni pseudo umanitarie europee, cooperative, associazioni mafiose e non, e chissà quale altra forma di organismo nato per lo scopo nel nostro Paese, confluiranno fiumi di denaro pubblico.
Forse questi, i motivi che inducono con tanta veemenza la “Signora” Boldrini e soci a ritenere la “MIGRAZIONE, UNA RISORSA?
POVERA ITALIA!

martedì 25 aprile 2017

VERGOGNA!

Oggi è il 25 aprile, la cosiddetta Festa della Liberazione, cosiddetta, perché rappresenta concretamente la sua commemorazione soltanto per coloro che hanno sofferto e pianto per la libertà che oggi invece in modo cospirativo viene annunciata.
Ci vuole proprio una grandissima faccia tosta nel festeggiarla, ripeto, non per quello che essa ha rappresentato, di questo quasi tutti ne siamo consapevoli. Mi rivolgo esclusivamente ai personaggi che oggi si esibiscono dietro la NOSTRA BANDIERA, tradita, offesa in ogni significato e tonalità di colore, in ogni cucitura compresa l’asta che la sorregge.

sabato 22 aprile 2017

PENSIERI ESTEMPORANEI di un suddito: Liquido cefalorachidiano politicamente scorretto.
Dovevano trascorrere circa 780.000 anni dell’esistenza dell’Uomo sulla terra, conosciuto come essere autonomamente pensante dal pollice opponibile. Per scoprire che oggi non segue più l’autonomo sviluppo naturale delle idee e del pensiero. Da suddito, l’evoluzione ci porta ai giorni nostri in condizioni di emancipazione cambiate. L’Uomo ha abbandonato l’uso del cervello, preferisce tenerlo immerso in un liquido colorato e maleodorante di menzogne che mirano soltanto al bene personale di criminali. I quali, lo hanno insudiciato nel corso di tutta la sua esistenza.
In balia del Criminale di turno collegato con i criminali del passato, non ha il tempo necessario per riflettere, se si fermasse si renderebbe conto. Invece, consapevole e inconsapevole di esser usato dagli stessi che recitano il dramma della sua vita, subisce e basta.
Quando diciamo o ascoltiamo, “quello ha il cervello imbevuto di acqua”, è vero, anche se in forma fantastica e in modo non appropriato. Secondo me, la limpidezza di quell’”acqua”, il liquido che avvolge il cervello, indispensabile per la vita di ogni individuo, ha preso una colorazione che gestisce in maniera predominante la mente. Ormai l’individuo, l’Uomo sapiente, deliberatamente incurante di questa condizione cromatica iniettata dalla CPO (Criminalità Politica Organizzata, scaltra manipolatrice, ha compromesso l’idea e il pensiero quasi privi di ogni autonomia e si è lasciato trasportato nella più completa apatia dalla volontà dei pochi.
La crescita dell’Uomo iniziata in modo naturalmente evolutivo, la decrescita invece condizionata con arguzia e artificio ci vede evoluti nell“Homo Cromaticus” di adesso, inutile a se stesso.
Il futuro?
Sempre da suddito, malgrado le condizioni cefalorachidiane variopinte, non sarà roseo!